Enti Bilaterali
Promemoria

CALCOLO STRUTTURALE:

Il calcolo strutturale non è più esclusiva dei Laureati.
DLGS 13/12/2010

TESTO UNICO SICUREZZA - d.lgs. n.81/2008 e modifiche di cui all'art. 11 del d.lgs. n.106/2009

Guida operativa sicurezza impianti elettrici disponibile sul sito di ITACA (Istituto per l'innovazione e la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale)

Genio Civile

In caso di rifiuto del deposito dei calcoli, presentati direttamente al protocollo, da parte degli uffici del Genio Civile gli stessi vanno inoltrati a mezzo raccomandata a/r esplicitando, sulla lettera di accompagnamento, chi è il responsabile del procedimento ai sensi della Legge 241/90.

Aggiornamenti Procedurali

INCENTIVI BONIFICA AMIANTO:- al via le domande per ottenere il credito di imposta del 50%. Il click day è fissato mercoledì 16

Da mercoledì 16 novembre sarà possibile presentare domanda per ottenere il credito di imposta del 50% per la bonifica dall’amianto.

In particolare, alle imprese che nel 2016 effettuano interventi di tali interventi sulle coperture e manufatti di beni e strutture produttive è riconosciuto un credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute; tale misura è introdotta dal Collegato Ambiente (legge 221/2015).

Le domande possono essere presentate fino al 31 marzo 2017 utilizzando la piattaforma web del Ministero dell’Ambiente.

Le risorse stanziate ammontano complessivamente a 17 milioni di euro per gli anni 2017, 2018 e 2019. I fondi saranno disponibili fino a esaurimento dei 17 milioni di euro e le domande saranno esaminate in ordine di presentazione.

Bonus amianto, il decreto 15 giugno 2016

Ecco quanto indicato nel decreto:

  • tipologie di interventi ammissibili al credito d’imposta
  • modalità e termini per la concessione del credito d’imposta
  • disposizioni idonee ad assicurare il rispetto del limite massimo di spesa
  • determinazione dei casi di revoca e di decadenza del beneficio
  • procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo del credito d’imposta

Bonus amianto, ambito di applicazione

Possono beneficiare del credito d’imposta i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile adottato.

Gli interventi di bonifica dall’amianto, su beni e strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato, devono essere effettuati nell’arco del 2016.

Sono ammissibili al credito d’imposta gli interventi di rimozione e smaltimento dell’amianto presente in coperture e manufatti di beni e strutture produttive, nel rispetto della normativa ambientale e di sicurezza nei luoghi di lavoro.

Sono ammesse anche le spese di

  • consulenze professionali
  • perizie tecniche

nei limiti del 10% delle spese complessive sostenute e comunque non oltre l’ammontare di 10.000 euro per ciascun progetto.

Bonus amianto, interventi ammissibili

Sono ammesse al beneficio le spese per la rimozione e lo smaltimento di:

  1. lastre di amianto piane o ondulate, coperture in eternit
  2. tubi, canalizzazioni e contenitori per il trasporto e lo stoccaggio di fluidi, ad uso civile e industriale in amianto;
  3. sistemi di coibentazione industriale in amianto.

Bonus amianto, agevolazioni

Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 50 % delle spese sostenute.

L’agevolazione consiste in un credito d’imposta; la spesa complessiva sostenuta in relazione a ciascun progetto di bonifica, unitariamente considerato, deve essere almeno pari a 20.000 euro.

L’ammontare totale dei costi eleggibili è limitato a di 400.000 euro per ciascuna impresa.

Bonus amianto, modalità e contenuti della domanda

Le imprese interessate potranno presentare domanda per il riconoscimento del credito a partire dal 16 novembre 2016 fino al 31 marzo 2017.

Dal 27 ottobre la registrazione, mediante la piattaforma web messa a disposizione dal Ministero dell’Ambiente.

Entro 90 giorni dall’invio delle domande, il Ministero comunicherà il riconoscimento o il diniego della domanda.

Bonus amianto, come compilare la domanda

Ecco gli elementi da indicare nella domanda:

  • il costo complessivo degli interventi
  • l’ammontare delle singole spese
  • l’ammontare del credito d’imposta richiesto
  • la mancata fruizione di altre agevolazioni per le medesime voci di spesa

Vanno allegati:

  • il piano di lavoro amianto
  • la comunicazione di ultimazione dei lavori inviata alla Asl competente
  • l’attestazione delle spese sostenute

Bonus amianto, Come usufruire del credito di imposta

In caso di riconoscimento, il credito di imposta:

  • verrà ripartito e utilizzato in 3 quote annuali di pari importo
  • dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi
  • non concorrerà alla formazione del reddito imponibile

 

CORSO CTU:- L’ATTIVITÀ DEL CONSULENTE TECNICO NEL PROCESSO CIVILE, PENALE ED AMMINISTRATIVO

 

 

scarica Locandina del programma Corso CTU 

Modulo di adesione al corso di formazione per CTU  

SICUREZZA ASCENSORI, PUBBLICATA LA NUOVA NORMATIVA :- D.P.R. n° 8 del 19.01.2015

Le norme che regolano la messa in esercizio di ascensori e  montacarichi, vengono estese anche agli ascensori di servizio pubblico, a  seguito dell’entrata in vigore del Decreto del Presidente della Repubblica  19/01/2015 n. 8.

Il primo decreto era stato emanato in attuazione delle  direttive europee 1995/16/CE e 2006/42/CE, ma la Commissione UE ha contestato il  loro recepimento. Infatti, oltre a limitare le regole al servizio privato,  introduceva alcune restrizioni troppo restrittive per gli ascensori e  montacarichi in servizio pubblico, che andavano a discapito delle imprese costruttrici. 

Pertanto, si è deciso di adottare un nuovo schema di  regolamento, che:

  • estenda le disposizioni anche agli ascensori in servizio pubblico;
  • amplia l a platea dei soggetti competenti a svolgere le verifiche  periodiche prescritte per il mantenimento in esercizio degli ascensori,  includendovi la direzione generale del trasporto pubblico locale del Ministero  delle infrastrutture (art. 13);
  • semplifichi le procedure e le prescrizioni per il rilascio delle  autorizzazioni all’installazione degli impianti  ascensoristici in edifici esistenti e di nuova costruzione (art.  17-bis).

Inoltre, l’art. 2-bis, rimanda ad un apposito decreto le  procedure inerenti le verifiche e le prove periodiche per il funzionamento in  sicurezza degli ascensori in servizio pubblico. Il decreto dovrà essere adottato  entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del DPR 8 del 19.01.2015.

E’ demandato alle Amministrazioni locali l’incarico di  non prevedere ulteriori aggravi sulla finanza pubblica per l’adempimento dei  provvedimenti previsti dal presente decreto.

Giornate di Studio ” EDILIZIA ed ESPROPRI ” a Sant’Arsenio (Sa) nei giorni 12 e 19 dicembre 2014

Si porta a conoscenza dei Colleghi che il Consilium Senatoris MCM Formazione e Mediazione, Presidente Avv. Nicola Senatore,  ha organizzato due giornate di studio sui temi “EDILIZIA ed ESPRORI “ .  Sui detti temi relazioneranno relatori di chiara fama.

Le dette giornate saranno ospitate nell’ aula formazione della BANCA MONTE BRUNO  sita in Sant’Arsenio (Sa) alla  Via P. Borsellino.

 Programma

Pubblicato il decreto interministeriale 9 settembre 2014 relativo ai MODELLI SEMPLIFICATI per la redazione del piano operativo di sicurezza (POS), del piano di sicurezza e di coordinamento (PSC) e del fascicolo dell’opera (FO) nonché del piano di sicurezza sostitutivo (PSS)

Con decreto interministeriale del 09.09.2014, pubblicato sulla G.U. della Repubblica Italiana serie Generale, n° 212 del 12 settembre 2014, ex articolo 104-bis del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 ed ex articolo 131, comma 2-bis del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, sono stati individuati i modelli semplificati per la redazione del piano operativo di sicurezza, del piano di sicurezza e di coordinamento e del fascicolo dell’opera nonché del piano di sicurezza sostitutivo.

Scarica il Decreto 09 09 2014 con i modelli allegati.

 

  a cura del geom. Alfonso Ferrante Cavallaro 

Collaborazioni
Partners istituzionali

Inserisci la tua mail per ricevere gli aggiornamenti del blog

Supporters